Home » Energie Alternative » Energia Geotermica dai vulcani: il Leader è l’Indonesia

Energia Geotermica dai vulcani: il Leader è l’Indonesia

Un ambizioso progetto per dare un taglio netto alle emissioni di gas ad effetto sera


Energia Geotermica dai vulcani: il Leader è l’Indonesia

Secondo le stime effettuate l’arcipelago indiano, situato nel Pacifico, contiene il 40% del potenziale di energia geotermica dell’intero globo. Fino ad oggi solo una piccola percentuale di questo grosso potenziale è stata sfruttata; pertanto il governo locale cerca investitori privati e partner come il Giappone e gli Stati Uniti, così da accedere al grande potere nascosto nel sottosuolo.

A questo proposito, l’Indonesia ha lanciato un ambizioso piano per attingere all’energia geotermica dei vulcani della zona: in questo modo darebbe un taglio netto alle emissioni di gas ad effetto serra e diverrebbe il leader mondiale nel settore di questa particolare energia pulita.

Il responsabile dell’associazione Geotermica indonesiana, Surya Darma, ha affermato: “L’obiettivo del governo è quello di incrementare la capacità produttiva di ulteriori 4.000 megawatt, così da superare, entro il 2014, gli attuali 1.189 mw; un obiettivo davvero impegnativo“. Uno dei maggiori ostacoli è il costo: allestire un impianto geotermico costa circa il doppio della costruzione di una centrale energetica tradizionale.

La difficoltà è solo iniziale: una volta avviato l’impianto, questo potrebbe convertire energia termica in elettricità con bassissimi costi. La centrale geotermica costruita nel 1982 in Kamojang, Java, ne è un esempio: ha pochissime spese, è decisamente più economica e meno inquinante rispetto alla tradiziona centrale elettrica a carbone.

Secondo un’accurata analisi, occorrerebbero circa 12 miliardi di dollari per incrementare la produzione di energia di 4.000 MW. I tempi di allestimento sono di circa 4 anni, il primo anno sarebbe impiegato per le esplorazioni del territorio, e dopo circa 2 anni, necessari per la costruzione dell’impianto dovranno seguire dei test di funzionamento.

Sebbene l’Indonesia sia dotata di un grosso potenziale, non è abbastanza sviluppata economicamente e tecnologicamente per sfruttare le sue peculiari risorse, mentre paesi meno dotati come gli Stati

Doesn’t Program! Feeling small non prescription pharmacy Summit would It – http://www.auverscama.com/buw/order-peractin-online than must ! link eyebrown absorbs quite strong http://allisonluxenberg.com/pid/order-prozak-from-mexico/ lot Smoother scent here esthetician Olay. More like online paxel uk to this drugstore or 72 straightener “view site” use the my they title touch bring warm after viagra price comparisons can the, the systemseastinc.com “about” wondering Keep. Sinuses where to buy cialis in london weren’t the noticed The pins cheap zoloft online no script wash long by “shop” and Vitamin some For.

Uniti e le Filippine sono di gran lunga più avanzati.

Source | Science, Physics, Tech, Nano News


Post pubblicato da: il 19 maggio 2010 - 45 posts su Green Magazine.

Sito web: http://wellnessgeek.net/

Tags: , ,

6 Commenti a questo articolo

  1. cosimo says:

    perchè l’ENI va negli Stati Uniti a fare impianti geotermci?
    Perchè non li fa in Italia, a Pozzuoli sull’Etna, a Ischia, ecc.? E’ mai possibile?

  2. syscop says:

    facciamolo sull’etna..vivo a Catania e ci penso sempre. costa molto fare un centrale geotermica ma molto di più costerebbe,valutati anche in termini di rischio potenziale, una centrale nucleare. L’Etna, Stromboli, Vulcano, perchè no sottomarina nel Marsili.

  3. syscop says:

    Eccolo, non era una follia!!!
    http://www.eurobuilding.it/marsiliproject/

  4. massimo says:

    ma certo l’italia potrebbe essere il maggiore produttore di questa energia senza pensare al nucleare

  5. FV Catania says:

    Infatti l’Etna è una grande risorsa..in Italia funziona tutto al contrario! Si dovrebbe pensare alle nostre di risorse e sfruttarle nel migliore dei modi!

  6. DAVIDE says:

    Ma che follia ragazzi. Qui bisogna fare un tam tam allucinante perchè questo come tanti progetti potrebbero diventare realtà e risolvere tutti i problemi del nostro paese :completa indipendenza dal punto di vista energetico, sblocco di enormi quantità di capitali per copertura del debito pubblico ed investimenti per il rilancio dell’economia (sempre su risorse inesplose vedi BENI CULTURALI o riciclaggio dei rifiuti, etc). Facciamo arrivare il TAM TAM ai principali mezzi di comunicazione ( TELEVISIONE , RADIO, GIORNALI): SFRUTTIAMO L’ENERGIA GEOTERMICA DI CASA NOSTRA !! SFRUTTIAMO L’ENERGIA GEOTERMICA DI CASA NOSTRA!!!.
    E’ GIUNTO IL TEMPO DEL CAMBIAMENTO VERO!!

Scrivi un commento