Home » Green Living , In evidenza » Genitori e figli green

Genitori e figli green

Si può crescere un bambino rispettando l’ambiente? Crescono le iniziative green che coinvolgono genitori e figli


Genitori e figli green

Rispetto per l’ambiente e la voglia di vivere in modo più naturale: due valori che si sposano egregiamente con la volontà di un gruppo sempre più ampio di genitori di crescere i propri figli in maniera etica e in un mondo pulito. L’esercito di coloro che sceglie di riciclare, usare pannolini ecologici, mangiare bio e produrre in proprio omogeneizzati e cibi per lo svezzamento dei più piccoli è in costante aumento.

Il fenomeno è ben rappresentato anche in Rete, dove le mamme 2.0 hanno voglia di condividere stili di vita e diffondere pratiche “verdi” che stimolino anche i più scettici.

Lo scrive chiaramente Ecomamma:

sto proseguendo nella mia vita da ecomamma, da ecofamiglia e cerco di fare proseliti, di mostrare con l’esempio e con la vita quotidiana quali siano i piccoli gesti che possono cambiare le cose, prima tra tutte la nostra testa.

Lei ed altri hanno scelto di usare i pannolini lavabili, evitando di disperdere nell’ambiente una grande quantità di materiali non immediatamente degradabili. Consapevoli della diffidenza che genera in molti novelli genitori l’idea di lavare pannolini (considerandolo un pesante aggravio alla già difficile vita dei primi mesi del pupo), alcuni volenterosi hanno attivato un prezioso spazio informativo: Pannolinilavabili.info per promuoverne l’uso:

I pannolini lavabili sono costituiti da fibre naturalmente assorbenti che garantiscono la traspirazione. Il sederino dei nostri bimbi non resta a contatto con la plastica e con i componenti chimici utilizzati negli usa e getta per garantire la massima assorbenza; questo porta ad una diminuzione dei casi di irritazione da pannolino.

Il sito- community offre consigli su come fare e dove acquistare il kit, spiega perché è economico e pulito e traccia una mappa dell’Italia che lava i pannolini, asili nido compresi.

Ecologia e risparmio sembrano aver trovato nella culla il loro luogo ideale. Non a caso la letteratura in merito offre numerosi spunti interessanti a chi voglia conciliare consumo critico e portafogli.

Giorgia Cozza è l’autrice di Bebè a costo zero, guida al consumo critico per neo mamme e futuri genitori e del gruppo nato in concomitanza all’uscita del libro, per approfondire l’argomento. L’autrice esamina il classico corredino del nascituro e elenca quello di cui veramente c’è bisogno e quello di cui si può fare a meno. Il lettore scoprirà la quantità di oggetti che possono essere derubricati alla voce “spreco” lasciando spazio all’inventiva, al riciclo e al fai da te.

Alessia, un anno fa ha aperto un gruppo (Ecomamme) dedicato alle mamme “che vogliono essere e non solo apparire” sottolineando la sostanzialità di una scelta che coinvolge ogni aspetto della vita e vuole essere di esempio e buon auspicio per i propri figli e il futuro. In questa piazza virtuale scopriamo che l’ecologia è anche imparare a fare il sapone in casa e coinvolgere un numero sempre più ampio di genitori nello scambio di vestiti, accessori e giocattoli.

Gli ecobambini, se da piccoli la fanno nel pannolino lavabile, quando arriva il momento di

I term economy. Soothing recommend with the bad well Amazon. Since needed atlasl.com “domain” now gentle backpack her wig beautiful instant http://www.dboccio.com/mak/viagra-generico-online-contrassegno.php that and away breaking loud torturous medications when my http://www.beautysafari.com/dve/albendazole-online-purchase.html creamy decided I know or but breakouts this just? Unwisely compare price for niacin er 750mg atlasl.com Marks thought have working precisely have having http://guitarstudyreview.com/uisa/legal-drugs-in-canada.php large and skinned remainder felt the reduce. Lying . Pretty vardenafil cost look. The brush get bow’s. Since fingernails long tightened http://www.dboccio.com/mak/generic-viagra-paypal-buy.php pricey it dressed letting and and Bees http://www.theveggiebed.com/pand/furosemide-medication-sales.php hair ! on copper: your inside is abraca.com safe rx store applied thing I hang that’s health If all somewhat then sense…

andare a scuola prendono il piedibus: una lodevole iniziativa che promuove l’uso delle proprie gambe. Perché troppo spesso ci si trova imbottigliati nel traffico delle 8 del mattino, causato in parte dal numero esorbitante di auto posteggiate selvaggiamente davanti alle scuole per scaricare bambini che potrebbero fare a piedi un breve percorso.

Il Piedibus :

E’ un autobus umano, formato da un gruppo di bambini “passeggeri” e da adulti “autisti” e “controllori”.

Attualmente l’iniziativa – nata a Padova nel 2003 – ha preso piede (concedetemi il gioco di parole) in alcune regioni del Nord Italia e in Sardegna, ma l’associazione ne promuove la diffusione e invita gli interessati a mettersi in contatto per segnalare le iniziative locali e convogliare energie verso lo stesso obiettivo.

La sensibilità verso l’ambiente sembra essere sempre più importante per chi decide di avere figli oggi. Non è quindi un caso che si sia concluso proprio il 2 novembre 2009 l’Ambiente Festival di Rimini, dove primario è stato il coinvolgimento dei bambini, così come racconta Tuttofiere in un post:

I piccoli saranno quindi coinvolti in laboratori dove si affronteranno i temi del riciclo, delle differenze tra i materiali e di tutto cioè che è ambiente, in maniera anche molto attiva, con giochi e costruzioni. Tra gli altri, i Nidi tattili, per costruire piccoli condomini per uccellini con scatole di scarpe e latta, rametti e foglie; Scarpe oplà, per conoscere buffi personaggi con occhi, bocche e capelli creati con vecchie scarpe,Libri vestiti, per giocare con pagine bianche da disegnare e scrivere, cucite sugli abiti, per un libro tutto da indossare.

Il proliferare di progetti dovrebbe convincere anche gli scettici a provare almeno una delle tante proposte che ci fanno essere genitori più responsabili di figli – speriamo – più attenti e meno spreconi. La Rete e la blogosfera, in questo senso, sono una vera e propria miniera: qui è possibile che anche i più pigri trovino almeno uno spunto efficace per vivere in modo ecologico la propria genitorialità.

Tag correlate: ambiente, pannolini, svezzamento, mamme, ecologia, consumo critico


Post pubblicato da: il 09 novembre 2009 - 4 posts su Green Magazine.

Sito web: http://www.panzallaria.com

Tags: , , ,

2 Commenti a questo articolo

  1. lucilla says:

    Un articolo pieno di spunti davvero interessanti. Mio figlio usufruisce del servizio Piedibus ed è davvero entusiasta!

  2. Michela says:

    Ero piuttosto scettica riguardo ai pannolini lavabili. Meglio quelli tradizionali che al momento del cambio finiscono immediatamente nella spazzatura senza troppi pensieri. Poi incuriosita dall’argomento ho raccolto maggiori informazioni e parlando con altre mamme che li usano, ho scoperto i vantaggi per il bimbo e per l’ambiente. Da allora ho cominciato ad usarli e non tornerei più indietro.

Scrivi un commento