Home » Green Living » I nuovi matrimoni: solidali, sostenibili, eco e fai da te

I nuovi matrimoni: solidali, sostenibili, eco e fai da te

Cambiano i tempi e – con loro – usi e costumi. E, naturalmente, anche i matrimoni. Sono sempre di più le coppie che decidono di sposarsi con un’attenzione speciale verso l’ambiente. Vediamo come…


I nuovi matrimoni: solidali, sostenibili, eco e fai da te

Si sa: negli ultimi decenni, la situazione è cambiata. Non è più come una volta, quando il matrimonio era l’unico sbocco socialmente accettato per una relazione tra due persone. Tant’è che oggi moltissime coppie optano per la convivenza.

Forse proprio per questo i matrimoni sono cambiati. Certo, resistono ancora gli eventi faraonici con abiti da sposa stile meringa gigante, pranzi di diciotto portate e sfarzo degno delle casate reali, ma sono sempre più coloro che decidono di affrontate la cosa con un altro spirito.

Sempre più persone scelgono bomboniere solidali, catering a chilometri zero e accessori handmade per l’abito da sposa.

Vediamo qualche idea tratta dai blog per un matrimonio solidale e sostenibile.

Si può cominciare dalle partecipazioni, handmade e riciclate su Pinkblog:

Siete state delle viaggiatrici provette, incallite giramondo, e ora avete deciso di attaccare lo zaino al chiodo e fermarvi per amore? Ecco allora un simpatico consiglio per le partecipazioni di matrimonio: riciclare le vecchie mappe delle città che avete visitato e le cartine dei paesi che avete attraversato da sole o con il futuro sposo, per farne le partecipazioni da inviare ai vostri amici, quelli che sghignazzano a sapervi prossima all’altare.

Se tra tutti i preparativi del matrimonio non avete tempo per giocare alla piccola artigiana della carta con il fai-da-te, trovate qui i set per le partecipazioni con cartine riciclate già pronti. Una volta partire per il mondo, potete abbinare alle destinazioni anche i nomi dei tavoli sul tabloid. E se all’improvviso dovesse cogliervi il panico pre-matrimonio, non avete che l’imbarazzo della scelta per decidere la destinazione verso la quale fuggire.

Ecodiario propone tanti consigli per un matrimonio sostenibile, tra cui l’idea di un buffet biologico e a chilometri zero:

Questa è la fase del nostro matrimonio in cui pensiamo al ricevimento quindi alla torta, ai piatti alle bibite ecc… pensate che sia inutile lottare contro lo spreco? ma certo che no.

Il ricevimento

1. trova un catering che possa fornire alimenti biologici e/o realizzati con prodotti locali, meglio ancora se la carne proviene da pascoli locali.

2. avete dei vegetariani al vostro banchetto? è una buona occasione per fornire qualche portata alternativa. Se siete voi ad essere vegetariani potete realizzare una torta vegan e/o preparata con ingredienti biologici di provenienza locale.

Certain Creatures per una delle sue amiche che fa il grande passo ha creato un Wedding Shower Journal:

Una mia amica si sposa e, dato che in America dove abita si usa fare i wedding showers, ho pensato di farle questo piccolo (14cmx 18cm) Wedding Shower Journal. Qui potrà conservare alcune foto e card che riceverà oppure potrà essere un posticino dove le amice potranno lasciarle scritto un pensiero..

Tutti i pizzi che usato sono vintage.. forse ne ho messi un pò troppi ma in questo caso non mi dispiace l’effetto antico che crea il pizzo dato che il journal è per un matrimonio :)

Se foste intenti a chiedervi cosa sia un wedding shower – o bridal shower – è un’usanza di Oltreoceano che ci spiega Sbarcati:

Oggi sono stata alla mia prima bridal shower. Non è un addio al nubilato, quello si chiama bachelorette party.
E` una festa fatta in casa, a cui partecipano amiche care e famigliari donne, durante cui si fanno dei giochi, si danno dei regali e si mangia.

In particolare quello di oggi era un tea party. Tea di mille tipi diversi, dolcetti, fragole intinte nel cioccolato e chi più ne ha più ne metta.

L’ambito in cui è maggiormente possibile sbizzarrirsi sono le bomboniere. Moltissime associazioni propongono bomboniere solidali, una più bella dell’altra, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Di che si tratta ce lo spiega Desainer:

Le bomboniere solidali sono un modo diverso per ricordare ad amici e parenti un giorno speciale: oltre a sostenere economicamente i progetti di solidarietà rappresentano un segno concreto dell’impegno personale a favore delle vittime di guerre, dei bambini, delle donne e di tutti coloro che vivono in condizioni di vita difficili e che hanno bisogno di NOI.

E’ possibile confezionare le bomboniere solidali in vari modi, anche se sarebbe preferibile usare materiale ecologico e riciclato

Su Nozzeblog le bomboniere di Cuorematto:

Con le bomboniere solidali Cuorematto contribuisci a sostenere il progetto “Il Fiore della Solidarietà” dei Frati Francescani dell’Antoniano di Bologna, che dal 1991 finanzia in tutto il mondo la realizzazione di opere a sostegno dei più deboli senza distinzione di razza e religione. Quest’anno grazie al denaro raccolto faranno sbocciare un Fiore a Malindi in Kenia dove costruiranno una scuola ed un convitto per bambini sordomuti. Il nome di questo progetto è Sikia Kenia – Ascolta Kenia, nella accezione di “Presta attenzione Kenia”. L’aiuto di Cuorematto per l’infanzia che soffre e per permettere ai bambini sordomuti del Kenia di studiare e crescere in un contesto educativo indiscriminato.

Pourfemme ci spiega l’origine dell’usanza e il significato simbolico delle bomboniere, che ritorna nelle bomboniere solidali:

bisognava fare un piccolo dono agli invitati al banchetto nuziale per condividere con tutti la fortuna e la gioia del giorno delle nozze. [...]

Purtroppo, con il passare del tempo, certe tradizioni sono andate perdute e quasi nessuno ricorda il vero significato simbolico della bomboniera, che nella maggior parte dei casi è un ninnolo o soprammobile oppure un accessorio che gli invitati dimenticano in fondo ad un cassetto. Ci sono anche coppie che scelgono come bomboniera un oggetto prezioso ed il costo totale è esorbitante.

Un’ottima scelta è rappresentata dalle bomboniere solidali. Sono sempre più diffuse le associazioni no-profit e di volontariato che offrono un certificato, o una pergamena, o candele a forma di cuoricino, o scatoline porta confetti, che spiegano all’invitato la scelta degli sposi di donare una certa somma a tale associazione.

Ecco alcune associazioni che offrono questo tipo di opportunità: Amref, Unicef, Emergency, Telefono Azzurro e molte altre ancora. Scegliendo una bomboniera solidale, farete un gesto d’amore verso i più sfortunati e renderete il giorno del vostro matrimonio ancora più speciale.

Vivereverde propone invece quelle dell’Enpa:

Le bomboniere solidali Enpa trasformeranno l’occasione di festa in un’azione di sostegno alle attività della Protezione Animali. Questa bomboniera non solo è un gesto d’amore per una giornata speciale ma anche per gli animali bisognosi di aiuto.

La personalizzazione ad hoc inoltre fa sì che le bomboniere solidali Enpa siano davvero uniche. Chi vorrà potrà fare protagonista della bomboniera l’animale di casa che sarà anche ambasciatore familiare degli animali meno fortunati.

Un’altra possibilità è quella di affidarsi all’handmade anziché a oggetti prodotti industrialmente, sostenendo piccoli designer e metodi di produzione rispettosi dell’ambiente.
Si è tenuta proprio negli scorsi giorni la prima edizione di
HANDMADE Weddings & Life, una fiera dedicata proprio al crafting dedicato alle spose e agli sposi. Scrive Silvia Bargagni, l’organizzatrice, sul suo blog:

FATTO! Ci siamo riusciti! l’evento di Domenica è andato molto bene , più di quanto ci aspettassimo (più che altro per il gran caldo) perchè sono venute molte persone a visitarci (inaspettatamente molte in mattinata e molte dopo le ore più calde fino alla chiusura) le dimostrazioni sono state seguite con interesse e le “mie ragazze” hanno venduto tutte (chi più chi meno ma ho sentito tutte molto contente quindi sono molto contenta).

Soprattutto sono contenta della gioia che ho visto sui volti di alcune espositrici che erano molto impaurite perchè non pensavano proprio di vendere qualcosa invece hanno fatto un successone!

La finestra di Stefania ci presenta qualcuna delle artigiane presenti:

Artemisia realizzava stupende composizioni floreali, le ragazze genovesi di Celestefrittata proponevano simpatiche idee con la carta (io mi sono comprata anche il quaderno di erbologia!!!!!!!!!!).

Sara e Jadine avevano il banchino incantato fra dolcetti, fate e gioielli floreali…..Pirillinca con le sue scatoline per i confetti davvero originali….e Artisticake ha abbellito gli spazi con le sue wedding cake.

E che dire della truccatrice di Lady Valentine? Bravissima, con gesti veloci e leggeri ha trasformato diverse persone.

Nel pomeriggio, le ragazze hanno fatto le dimostrazioni pratiche di come si realizza una decorazione, una bomboniera o una nuova maglietta….tante cose carine che vi racconterò

Se aveste ancora bisogno di qualche spunto, Ecoblog consiglia Green touch:

Green touch si definisce una “web destination ecologica chic e ottimista”, luogo ideale per chi è alla ricerca di informazioni, consigli e soluzioni preziose per uno stile di vita naturale e sostenibile. Dai matrimoni ecologici ai trucchi di bellezza e make-up ecologico, dall’area green baby alle mappe verdi delle città, le ragazze di Green touch trattano con un tocco giovane tutti gli argomenti legati al vivere sostenibile. Tra tutte le informazioni, mi ha colpito una definizione tra le righe, ovvero il chiamare “nuovo e semplice lusso” lo stile di vita green, ecologico, sostenibile.


Scrivi un commento