Home » Green Tech » Un iPad davvero eco

Un iPad davvero eco

Dopo le miglialia di applicazioni ecologiche di iPhone, è tempo di parlare anche delle novità eco del neo nato in casa Apple: iPad


Un iPad davvero eco

Dopo le applicazioni ecologiche, tra le migliaia a disposizione, di iPhone, è tempo di parlare anche delle novità ecologiche del neo nato in casa Apple – iPad -, che ha letteralmente invaso il mercato con le sue vendite record fin dai primi giorni di uscita.

Incominciamo con quelle disponibili per la casa ed il giardino.

Solar Advisor Panel ad esempio ti permette di sapere, nella tua zona, quanta energia solare è possibile generare con pannelli solari di qualsiasi dimensione.

E’ molto utile per chi ha intenzione di installare un pannello: calcola dal sorgere del sole al tramonto l’energia pulita che si potrebbe produrre nelle nostre case. Pratica e intelligente.

Una delle migliori, invece, si chiama Off remote, è gratuita, e permette di spegnere, bloccare, riavviare o disconnettere un computer da qualsiasi punto della casa, favorendo il risparmio energetico con un clic. Una funzione simile la ha Control4, anche questa gratuita, che monitora e gestisce l’energia elettrica della vostra casa: controlla ad esempio le luci, i termostati, i sistemi audio e video, web cam e il sistema di sicurezza, in modo da sapere se qualche dispositivo sta sprecando energia in eccesso.

Per quanto riguarda il tempo libero, l’applicazione gratuita TIME Magazine permette di scaricare sul proprio iPad la copia giornaliera del Time, facendo risparmiare grandi quantità di carta. La stessa cosa si può fare con l’applicazione del Wall Street Journal, Popular Science, senza considerare anche il gioiellino di Amazon, Kindle, che permette di scaricare oltre 450 mila libri in formato digitale.

Non tutti conoscono inoltre dell’attenzione nei confronti dell’ambiente che l’azienda di Steve Jobs presta nella costruzione del suo tablet.

Apple ha infatti progettato il nuovo iPad con materiali eco compatibili come, ad esempio, il vetro del display privo di arsenico, o il display LCD privo di mercurio. Il guscio è in alluminio riciclabile così come il vetro. Inoltre l’iPad è privo di BFR, ovvero privo di ritardanti di fiamma bromurati, e di PVC (cloruro di polivinile).

Ben fatto Steve!


Post pubblicato da: il 16 dicembre 2010 - 23 posts su Green Magazine.

Sito web: http://www.liquida.it

Tags: , , , , ,

Scrivi un commento